l’uomo di vetroGirato in 7 settimane, tra Catania e Palermo, tra Luglio e Agosto di quest’anno, il nuovo film del regista napoletano Stefano Incerti(La vita come viene), è “L’Uomo di Vetro“, tratto dal libro omonimo di Salvatore Parlagreco, il film racconta la storia vera di Leonardo Vilate, primo pentito di mafia che confessò molti nomi di capimafia e che dopo alternò momenti di lucidità ad altri di depressione. Uscito dal carcere, entra in un manicomio giudiziario, perchè convinto che qualcuno lo vuole uccidere, da lì sembra come impazzire. I film, è un film drammatico, che racconta il coraggio e  la vita di un uomo che ha fatto di tutto per aiutare la giustizia italiana, pagando anche con la morte. Infatti pochi giorno dopo la sua ritrovata libertà, la mafia non esitò a trovarlo e assassinarlo.  Il protagonista è David Coco(Placido Rizzotto), nella foto a destra, che interpreta appunto L. Vitale, accanto a lui recitano anche attori di grosso spessore, come Tony Sperandeo( noto per le sue parti da cattivo cinematografico, per citarne alcune “Distretto di polizia”, “La squadra”), nella foto a sinistra, Anna Bonaiuto e Ninni Bruschetta. L’uscita del film ancora non ha una data certa, ma appena si saprà vi informerò. Ho avuto la fortuna di conoscere Stefano Incerti quest’estate, proprio mentre stava girando il film, ero alla scuola di cinema che fraquantavo a Napoli, e lui è venuto per cinque lezioni, ad insegnarci alcune nozioni fondamentali, devo dire che è una persona simpatica, professionale, che ama il cinema e quello che fa.